Comparatori di Tariffe: Come usarli nel Web Marketing

comparatori di tariffe

Il mondo del web sta cambiando con l’ausilio dei comparatori di tariffe. Come possono essere sfruttati all’interno di una strategia di web marketing?

È un dato di fatto: il mondo degli acquisti su internet è in continua e costante crescita. Sono sempre di più gli utenti che ogni giorno utilizzano il web per acquistare e attivare servizi, sicuri di poter risparmiare tempo e denaro senza perdere in trasparenza e sicurezza. Tuttavia, spesso si trovano a sbattere in un muro di gomma: i troppi siti e le troppe informazioni disponibili sul web.

Per fortuna oggi esistono degli strumenti gratuiti pensati esattamente per venire incontro alle esigenze degli utenti per aiutarli a trovare più facilmente e velocemente quello che stanno cercando. Stiamo parlando, tanto per farti un esempio, dei comparatori di prezzi o di tariffe, siti come come Chetariffa.it. Generalmente si tratta di portali molto facili da utilizzare – intuitivi anche per gli utenti meno tecnologici – che sono stati progettati per aiutare i visitatori a restringere il campo di scelta solo a quelle offerte e quelle tariffe realmente interessanti e coerenti con le loro specifiche necessità. 

Cosa sono i comparatori di tariffe

Dopo questa premessa, è del tutto normale che tu ti chieda che cosa sono esattamente i comparatori di tariffe. Si tratta di strumenti che consentono di confrontare facilmente tra loro i prezzi di uno stesso prodotto o servizio. Il loro scopo è quello di aiutarti a comparare in tempo reale i prezzi e di portarti a indentificare le offerte davvero vantaggiose, quelle che si sposano meglio con le tue necessità. 

Si tratta, a ben guardare, di una vera e propria rivoluzione nel mondo degli acquisti su internet. Fino a pochi anni fa, i comparatori non esistevano e se volevi acquistare un prodotto su internet dovevi confrontare i diversi prezzi da solo, con il rischio sempre presente di lasciarti sfuggire le offerte o le proposte più convenienti. I comparatori di tariffe sono nati proprio in quei settori che, da sempre, sono caratterizzati da un’ampia offerta e che, proprio per questo, riscontrano una reale difficoltà degli utenti nell’identificazione delle soluzioni giuste. Potremmo definirli come dei siti che fanno da intermediari tra venditore e acquirente semplificando le transazioni. Detto in altre parole i comparatori servono a rendere più veloci e immediati gli acquisti. E se poi vorrai approfondire ancora di più i contenuti delle schede e dei dettagli prodotto, potrai sempre andare sul sito web del fornitore e prenderti tutto il tempo che ti serve.

I comparatori di tariffe come strumenti di marketing

Abbiamo detto che i comparatori di tariffe sono anche dei veri e proprio strumenti di marketing. Il motivo è semplice: i comparatori aiutano gli E-commerce – e non solo – ad aumentare il traffico e le conversioni (le vendite realizzate). Chiaramente se le aziende vogliono essere davvero competitive devono anche disporre di schede prodotto ottimizzate con tanto di descrizione e immagini. Alla luce di tutto questo, devi quindi sapere che un comparatore di tariffe può essere anche una fonte di guadagno, ma solo per i siti web che hanno davvero investito su se stessi e sulla propria immagine. Che, per dirla in altro modo, hanno creduto nel branding e fatto della trasparenza e della user experience una bandiera. 

Come avrai sicuramente intuito, i comparatori di tariffe sono un canale pubblicitario vero e proprio – prezzi, recensioni, dettagli delle offerte aiutano davvero ad aumentare le vendite – e proprio per questo, devono essere affiancati e supportati da strategie di marketing multicanali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *